^

24 marzo 2017

DOVE MANGIARE A FIRENZE: MINI GUIDA AI MIEI RISTORANTI PREFERITI

Tra le cose che mi chiedete più spesso sui miei social (e in direct) ci sono consigli su dove mangiare a Firenze. Spesso vi coinvolgo in quella che è la mia vita quotidiana e vi porto con me in giro per la città con i vari live di Instagram Stories e Snapchat, quindi credo che, di conseguenza, vi venga automatico chiedere qualche consiglio su cosa visitare e dove mangiare. Abito a Firenze da quasi 15 anni ormai, mamma mia come vola il tempo!

1. Ristorante Acqua al 2 in via dell'Acqua (ovviamente al numero 2). È un posticino molto intimo e accogliente, le pareti sono ricoperte da piatti firmati da personaggi vip e attori. L'arredamento è tipico toscano. La carne è buonissima e i miei piatti preferiti sono gli assaggi. Assaggio di primi (che consiste in 5 mini portate di primi, tutti i giorni diversi in base alle scelte del cuoco), assaggio di secondi (tre diversi tipi di carne in un unico piatto), assaggio di formaggi, assaggio di insalate, assaggio di dolci. Il vino della casa è buono e il personale molto efficiente. Perfetto anche per il pranzo della domenica con amici e parenti. Il locale è sempre pieno di gente, quindi vi consiglio di prenotare prima.

2. Alla Vecchia Bettola in viale Vasco Pratolini 3/5/7. Tipica trattoria fiorentina. Ogni giorno c'è un menù diverso, a parte le penne alla Bettola, che rimangono il mio piatto preferito insieme alle crocchette al limone (polpette di carne al limone). La loro specialità sono appunto le carni. Molto buoni il roast beef e la vitella. Ottimi anche i contorni a base di verdure. Mia madre ha apprezzato le "mamme ritte", carciofi ripieni morbidi e gustosi. Tra i secondi, il mio piatto preferito è la braciola alla livornese, decisamente saporita. È una fettina di carne impanata, fritta e ricoperta di pomodoro. L'unica nota dolente di questo luogo sono gli spazi stretti. Si mangia a tavola con altre persone seduti su degli sgabelli o panche in legno. Il personale è alla mano ed ha un atteggiamento decisamente informale col cliente.

3. Trattoria Giovanni in via Sant'Agostino 38r, zona Santo Spirito. Si tratta di un ristorante completamente diverso di primi due, perfetto per la pausa pranzo durante i giorni della settimana  (comunque ottimo anche per il week-end). I prezzi sono molto competitivi e si mangia bene. Non amo tutti i piatti del loro menù, normalmente prediligo i primi. Facile da raggiungere anche da chi non ha il permesso per entrare in centro perché il ristorante si trova a poche centinaia di metri dalla porta di San Frediano. Personale cordiale e sorridente.

4. All'Antico Ristoro di Cambi in via Sant'Onofrio 1/r. Posto perfetto per mangiare la bistecca alla fiorentina in compagnia. La carne è molto buona. Ottimi anche i primi, mentre i contorni sono molto semplici, tipici della cucina toscana. I prezzi sono un po' più alti rispetto ai ristoranti citati sino ad ora. Il personale non mi ha colpito particolarmente. Come la Trattoria Giovanni, il posto è facilmente raggiungibile anche da chi non ha il permesso ZTL perché in prossimità della porta San Frediano.

5. Yellow Bar in via del Proconsolo 39r. Ho pensato di inserire una pizzeria (situata in centro) in questa mia mini guida perché di solito, almeno una volta alla settimana, io e la mia famiglia amiamo mangiare la pizza, un po' come tutti gli italiani. Posizione centrale, oltre ad una vasta scelta di pizze il posto offre la pasta fatta in casa. Non ho mai provato i secondi, infatti normalmente andiamo allo Yellow Bar solo per la pizza. Il servizio lascia un po' a desiderare, comunque, per ora, rimane una delle pizzerie che frequentiamo. I prezzi a mio parere sono un po' altini per il servizio offerto. Se poi siete particolarmente interessati ad entrare nell'argomento pizzerie fuori dal centro storico, fatemelo sapere.









xoxo

Photography: Elena Tee
Continua a leggere →

22 marzo 2017

TRUCCO LAMPO IN 5 MINUTI: AL MATTINO, DI FRETTA

Eccomi tornata con un nuovo video. Ho intenzione di riprendere con la programmazione regolare su youtube, raffreddori e allergie permettendo...! Bene, oggi un video a mio parere utile perché vi mostro come sia possibile truccarsi in soli 5 minuti. Avete letto bene, solo 5 minuti, cronometrati.
Avendo a portata di mano già i trucchi pronti e scegliendo con cura cosa enfatizzare in base alle necessità del nostro viso, tutte noi possiamo varcare la soglia di casa e uscire in condizioni accettabili (riniti e allergie permettendo ;D)!

Ecco i prodotti utilizzati per la realizzazione di questo make-up look lampo:
- fondotinta Shu Uemura The Lightbulb colorazione 564 medium light sand
- correttore-illuminante Urban Decay Naked Skin Concealer, colore Light-Warm
- correttore imperfezioni viso Deborah Milano Dress Me Perfect - n. 01
- ombretto piega dell'occhio color taupe Estée Lauder New Dimension Shape + Sculpt Eye Kit
- piegaciglia Shu Uemura
- matita sopracciglia Anastasia Brow Wiz, color Dark Brown
- mascara Too Faced Better Than Sex
- matita labbra Pupa Made to Last definition lips n. 103
- tinta labbra Maybelline Color Drama Intensive Lip Paint, n. 610 Stripped Down

Spero di esservi stata utile con questo video, non vedo l'ora di sapere quali sono le vostre impressioni, ma soprattutto di capire se da ora in poi proverete a truccarvi in 5 minuti al mattino!

xoxo

Photography: Elena Tee
Continua a leggere →

21 marzo 2017

NOVITÀ PER PELLI SECCHE: CLARINS HYDRA-ESSENTIEL SIERO BIFASE + CREMA






Due novità della casa francese Clarins, studiate per idratare, dissetare ed illuminare la pelle del viso. Si tratta della linea Hydra-Essentiel, siero e crema idratante, due prodotti da usare in combo.
La formula, contenente la pianta di Goethe (che proviene dal Madagascar) promette di riattivare il potere auto-idratante della pelle. I trattamenti aiutano quindi la pelle a ritrovare la naturale capacità di trattenere l'acqua.

In Madagascar, la pianta riesce a rimanere colma di acqua nonostante le variazioni termiche che subisce. L'estratto di pianta di Goethe bio riattiva il potere auto-idratante della pelle a tutti i livelli, rilasciando la produzione di "molecole spugna" che fissano l'acqua esattamente come l'acido ialuronico.

Ecco i nomi dei due prodotti:
- Hydra-Essentiel Bi-sérum intensif "anti-soif" (siero bifasico)
- Hydra-Essentiel Crème désaltérante (crema idratante)

I due trattamenti racchiudono il Complesso Antinquinamento Clarins, che protegge la pelle dai danni causati dall'inquinamento. Il test di soddisfazione su 106 donne ha dimostrato che il 90% di esse giudica la pelle perfettamente e intensamente idratata sin dalla prima applicazione di Bi-Sérum + Crème Désalteérante.

Io ho appena iniziato ad utilizzare questi due prodotti (oggi è il secondo giorno di skincare) e devo dire che le prime impressioni sono buone. Una delle cose che ho notato subito è che la crema non ha la classica fragranza Clarins, ma una leggerissima e delicata profumazione, che preferisco.

Modo d'uso siero:
- Agitare bene prima dell'uso per emulsionare le due fasi
- Versare il prodotto nell'incavo del palmo della mano (basta una sola pressione della pompa)
- Applicare mattina e/o sera su viso e collo prima della crema

Modo d'uso crema:
- Applicare mattino e/o sera su viso e collo dopo il siero (o anche da sola)

Prezzo consigliato al pubblico:
Crème désaltérante: € 47,50
Bi-serum intensif anti-soif: € 57,00

INCI dei prodotti:














xoxo


Photography: Elena Tee

Prodotti: PR samples
Continua a leggere →

16 marzo 2017

DIGITAL DETOX: VIA GLI SCHERMI


Mai come nell'ultimo periodo mi sono resa conto di quanto sia importante imparare a dosare il tempo dedicato al web, alle email, alla TV, allo smartphone, a tutto ciò che in generale ci porta a fissare uno schermo.
La soddisfazione di vedere un amico che commenta una tua foto, i tanti pollici in su, le richieste di amicizia e l'approvazione del  pubblico in generale crea dipendenza. Una sensazione di benessere che ci porta a volerne ancora, sempre di più.
Proprio qualche giorno fa guardavo un documentario alla TV circa questo argomento... Quanto è vero!
Ci tengo a specificare che è grazie al web se la mia vita è cambiata. E se sono riuscita a capire chi sono è solo grazie alle mie lettrici, con le quali comunico via blog, YouTube e i vari social. Il confronto con le altre persone mi ha fatto comprendere meglio tanti aspetti del mio carattere che prima ignoravo, ed ha aumentato la mia autostima. Ma soprattutto, è grazie al web se il mio hobby è diventato un lavoro.
Mi sento davvero fortunata ad avere l'opportunità di confrontarmi con migliaia di donne tutti i giorni e di parlare di tematiche che amo. Ma come tutte le cose, anche in questo caso, ci vuole il giusto equilibrio.

Già detto, già letto, già sentito. Prima ce lo dicevano per la TV, ora ce lo dicono per internet. Ma è vero. I "devices" ci deviano.
La sete di informazioni e la "voglia di essere intrattenuti" spesso ci escludono dalla realtà e ci distraggono. Ma vogliamo davvero essere distratti continuamente? A volte penso che tutto questo crei una gran confusione nelle nostre teste.

È per questo motivo che credo che il rimedio a questo stato di caos (e di isolamento) sia una bella cura detox. Una digital detox

Niente TV,  niente smartphone, niente computer, niente iPad, niente reflex. Niente di niente. Per almeno un giorno alla settimana. Così, per cominciare. Potrebbe funzionare, che dite? Magari, per questioni pratiche è preferibile un giorno del weekend, ad esempio la 
domenica.

Abbandonarsi alla realtà. Ci riuscireste? Io non lo so. Voglio provare. Immagino già lo stato di irrequietezza e noia che potrebbe procurarmi questa giornata detox. La costante sensazione del "perdere tempo".
"In questi 2 minuti avrei potuto controllare le news, o scrivere alla scuola delle bimbe, o rispondere a quell'email. E invece me ne sto qui ad attendere il mio turno, in fila alla cassa del bar" penserei.

Tornare ad attendere senza fare nulla. Aspettare pazientemente e oziare aspettando. Che utopia!
Ma come facevamo un tempo?
Vagare per la città senza una meta ben precisa, godere degli eventi casuali e sorridere agli estranei, forse questo potrebbe essere un inizio per il cambiamento.

Tornare ad apprezzare le piccole cose, e forse, trascorrere più tempo con gli anziani.
È da tanto che non parlo con un anziano. La mia nonna materna morì quando avevo 13 anni e quella paterna, da sempre lontana, quando ne avevo 14 o 15, non ricordo con esattezza.
Forse i loro occhi piccoli e ingialliti potrebbero svelarci molto di più di quanto pensiamo. Però è anche vero che è molto più semplice trovare un anziano saggio su YouTube, anzichè per strada. Questo è vero. O forse no?

Sono qui in giardino a scrivere a ruota libera e proprio ora Becca sta abbaiando alla solita cornacchia grigia che le fa i dispetti. La cornacchia e il cane. La cornacchia stuzzica Rebecca volandole a distanza ravvicinata. Becca abbaia e corre come una forsennata. La cornacchia vola sul tetto e osserva la cagna, come divertita. Forse non è così noiosa e banale la realtà.
Continua a leggere →

15 marzo 2017

NUOVA LIMITED EDITION L'OREAL COLOR RICHE "LA BELLA E LA BESTIA"













Come non condividere con voi questa stupenda collezione di 7 rossetti unici, dal pack d'eccezione, abbinati a 7 smalti, ognuno dedicato ad un personaggio del film Disney (in uscita domani al cinema) La Bella e La Bestia?!

L'Oreal Paris ha pensato di creare dei make-up look iconici grazie all'aiuto del make-up designer Simone Belli, vediamoli insieme nel dettaglio:

BELLE - INDIPENDENTE SOGNATRICE:
Color Riche 377 e Colore ad Olio 550 si vestono di prezioso velluto rosso con raffinati decori gold per interpretare la femminilità della giovane Belle.

LA BESTIA - ELEGANZA REGALE E GRAFFIANTE:
Color Riche 703 e Colore ad Olio 668 si vestono di personalità ed eleganza con un tessuto simil fur blu notte con graffi dorati che richiamano la personalità ricca di sfumature e contraddizioni del Principe

LUMIÈRE - GIOCHI DI LUCE:
Preziosi intarsi dorati dallo stile rococò e una leggera colata di cera fusa per Color Riche 231 e Colore ad Olio 116

SPOLVERINA - MALIZIOSA E LEGGERA COME UNA PIUMA:
Color Riche 374 e Colore ad Olio 556 si vestono di leggerezza e sensualità con un morbido fioccato bianco decorato con baci e piume per una maliziosa bellezza flou-frou

TOCKINS - LA PERFEZIONE DEI DETTAGLI
Effetto legno pregiato con quadrante e pendolo arancio acceso vestono Color Riche 163 e Colore ad Olio 444 per una bellezza perfetta in tutti i suoi dettagli

MRS. BRIC - UNA BELLEZZA DOLCE E GENTILE
Color Riche 285 e Colore ad Olio 226 interpretano la pregiata porcellana inglese impreziosita con teiere pink color confetto e orli dorati dal fine tratteggio.

LA ROSA - SEMPLICEMENTE STRAORDINARIA, INDIMENTICABILE
Morbido tessuto blu che ricorda la profondità di una notte stellata, ricamato con una sofisticata rosa rossa che esprime l'immortalità per Color Riche 335 e Colore ad Olio 110, perfetti per chi sa incantare con la propria bellezza.

SWATCHES
(nella penultima foto da sinistra: 285 - 374 - 163 - 703 - 335 - 231 - 377)

La collezione è disponibile online e nelle profumerie Limoni e La Gardenia 
Prezzo consigliato al pubblico dei Color Riche: 12,99 € - Colore ad Olio: 6,99 €

Che ne dite ragazze? Quali di queste coppie vi attira di più? Scrivetemi o qui o sui miei social!

xoxo

Photography: Elena Tee


Prodotti: PR Samples


Continua a leggere →
© 2013 Elena tee - Designed by smukkeberg