^

23 gennaio 2017

COME PULIRE I PENNELLI PER IL MAKE-UP ED ERRORI COMUNI











Oggi vi parlo di uno dei miei argomenti preferiti: i pennelli per il trucco. Chi non adora i soffici, vellutati pennelli da make-up? Hanno diverse forme, setole e funzioni. Potrei scrivervi un papiro su questo tema, ma oggi vorrei concentrarmi sulla pulizia.

Come e ogni quanto si lavano? Che detergente usare? Come si asciugano? Se da piccola il mio chiodo fisso era lavare i capelli alle Barbie (sempre con scarsi risultati), oggi ho una palese adorazione per altre setole, quelle dei pennelli. Lo considero un momento tutto mio dove posso prendermi cura dei miei adorati "attrezzi". Mi chiudo in bagno ed inizia il rituale. Diciamo che, per rendere l'idea, è come se fossi un uomo nella sua stanza per gli attrezzi da lavoro, oppure Fonzie in officina, o un americano medio nella sua "man's cave".

Il Lavaggio. Secondo quella che è la mia esperienza, consiglio di lavare i pennelli in base all'utilizzo che ne si fa. Se li usate su base quotidiana, come me, consiglio di lavarli una volta a settimana. Se li utilizzate solo nel week-end o in occasioni speciali, consiglio di lavarli una volta al mese.

Che detergente usare? È sempre stato un mio punto di domanda. Nel tempo ho utilizzato diversi prodotti di vari marchi (infatti sul mercato si possono trovare svariati prodotti studiati per questo scopo), ma non sono mai stata soddisfatta del risultato. Per questo motivo, tempo fa, decisi di domandare a due make-up artist professionisti. La risposta è stata la stessa: baby shampoo.
Da quel momento ho lavato i pennelli col baby shampoo e mi sono sempre trovata stra bene. Il baby shampoo lava i pennelli e allo stesso tempo li lascia morbidi e vellutati al tatto. In più, si tratta di una soluzione economica. Risparmierete molto di più, dato che i prodotti specifici costano 4 volte tanto.

Per eliminare lo sporco più velocemente, io utilizzo un porta sapone in ceramica con una superficie irregolare. Bagno il pennello, roteo la punta sul sapone, emulsiono, continuo a roteare e a fare movimenti da destra a sinistra girando il pennello di tanto in tanto. Quando vedo che non fuoriesce più colore, passo al risciacquo. Potete anche usare un piatto di plastica. In alternativa potete anche creare il vostro piatto lava pennelli con un piccolo lavoretto fai da te, vi metto il video qui:

 
Risciacquo e Asciugatura. Di solito risciacquo i pennelli sotto l'acqua corrente, tiepida. Potete anche riempire una bacinella e sciacquare i pennelli lì. Risparmierete acqua (in tal caso state attente a non immergerli troppo). Dopo averli risciacquati, passateli, nel senso delle setole, in un panno asciutto. Con la mano sinitra tenete il panno, e con la mano destra fate scorrere il pennello verso la vostra pancia (pià difficile a dirsi che a farsi), riportandolo alla forma originale. Fatelo poi asciugare disteso. Io di solito in inverno li metto sulla mensola sopra al termosifone, così si asciugano prima (so che non andrebbe fatto, ma il mio termosifone del bagno è abbastanza distante dalla mensola e quindi la quantità di calore che arriva alle setole è moderata). D'estate, invece, li lascio asciugare all'aria aperta.

Errori comuni. È facile cascare nell'errore. D'istinto verrebbe di far asciugare i pennelli in verticale, dentro un bicchiere. Sbagliato. L'acqua defluirà dalle setole verso il basso e si andrà a infilare alla base, dove c'è la colla, rischiando di rovinare il pennello (le setole infatti rischiano di scollarsi).
Altro errore: lavare i pennelli con il detersivo per i piatti o altri detersivi aggressivi. Le setole si laveranno bene, ma diventeranno ispide al tatto e fastidiose a contatto con la pelle del viso. Sbagliato anche fare l'errore contrario, ovvero idratare troppo. Fare uso del balsamo andrà ad ammorbidire troppo le setole, che non faranno più il loro lavoro. 
Inoltre, lavare i pennelli a testa in sù, o comunque, la scarsa accortezza durante il risciacquo, farà penetrare l'acqua e il sapone alla base, scollando le setole. Altro errore: far asciugare i pennelli vicino ad una fonte di calore. Anche qui si rischia di compromettere l'integrità dei pennelli.

Spero tanto che questo post vi sia utile, io mi sono divertita a condividere la mia esperienza con voi (e a fotografare i miei tanto amati pennelli)!

xoxo

Photography: Elena Tee


 










1 commento:

Commenta:

© 2013 Elena tee - Designed by smukkeberg