^

19 gennaio 2017

Nuovo anno, nuova organizzazione. Come utilizzo il Bullet Journal



Era già da tempo che mi frullava per la testa l'idea di condividere con voi la mia esperienza con il Bullet Journal, e quale migliore occasione se non a Gennaio? L'anno è appena cominciato e tra i miei buoni propositi, oltre a migliorare l'alimentazione, c'è l'intenzione di perfezionare la mia organizzazione.

Se in passato avete seguito alcuni dei miei video sul tema organizzazione, saprete che sono alla continua ricerca di metodi che si adattino al mio stile di vita, al mio temperamento e alla mia personalità. Amo la semplicità, la sintesi e la chiarezza, e allo stesso tempo non sono esattamente amante delle regole. Mi spiego meglio. L'idea di avere una tabella da consultare rende la mia realtà molto ferma e noiosa.

Così, grazie ad una mia iscritta (incredibile quanto voi siate una costante fonte d'informazione, mi date sempre un sacco di spunti e idee) tempo fa mi interessai al Bullet Journal. Già il nome suscitò in me una curiosità che mi spinse a fare una ricerca su google. Di che si tratta?

In sostanza è un quadernino. Avete letto bene: un semplice quaderno. La bellezza sta nel metodo. Come procedere?

Premetto col dirvi che mi sono immediatamente lanciata sull'acquisto del BJ originale, ma, come spesso mi accade, era completamente sold out. Così, impaziente come sono, mi sono messa le scarpe, ho preso le chiavi, il telefono e sono uscita di casa: destinazione cartoleria.

Ho acquistato una Moleskine con copertina nera con l'elastico, di una misura simile al BJ originale. Si tratta di un quaderno a quadretti. Avrei tanto desiderato la versione con le pagine a puntini, ma ahimè non era disponibile. Va bene uguale.

Iniziamo.

Le prime due pagine saranno l'indice
Lasciate altre due pagine vuote
La quinta e la sesta pagina saranno il "future log", una sorta di vista generale di 6 mesi. Inizia a numerate le pagine da qui.
La settima e l'ottava pagina (che nel tuo BJ saranno la numero 3 e la numero 4) saranno il monthly log, il mese presente. Sulla sinistra scriverai il mese con i numeri accompagnati dall'iniziale dei giorni. Nella pagina accanto scriverai un riepilogo di tutti i compiti da adempiere in quel mese
Dalla pagina successiva inizia il "daily log", la sezione che userai di più.


Questo è il metodo classico di utilizzo del BJ. Io l'ho semplificato. Ho iniziato col metodo classico, ma poi mi sono resa conto di non utilizzare il "future log".

L'idea intelligente del metodo BJ è suddividere i compiti in simboli:

    •    il punto indica un compito, ciò che deve essere fatto
    o   il cerchio indica un evento
    -    il trattino indica una nota
    *   l'asterisco, messo accanto al punto, indica un compito importante
> <   Nel metodo classico ci sono anche il segno maggiore e il segno minore, ma io non li utilizzo. Servono a spostare un compito nel futuro.


Detto questo, iniziate a scrivere il nome e il numero del giorno
Sotto scrivete tutto ciò che c'è da fare suddividendolo per categoria con l'uso dei simboli. Io metto tutto insieme, quindi casa, lavoro, scuola bimbe, svago.
Il giorno dopo riguardo la lista e spunto ciò che è stato portato a termine con una X. Ciò che devo ancora fare, invece, lo riscrivo sul giorno successivo. Ciò che invece non era così importante da fare, viene cancellato con un tratto

Alla fine di ogni mese riguardo i miei compiti e ricontrollo se per caso ho dimenticato di spuntare qualcosa. Poi procedo con il nuovo mese, quindi scrivo il Monthly Log e il Daily Log.  E così via.

Trovo molto utile il fatto di sedersi al tavolo, mettere insieme le idee e fare il quadro della situazione. È un modo per partire, iniziare la giornata con più sicurezza.

In tutta onestà non pensavo che una come me potesse compilare un quadernino su base quotidiana. Invece questo metodo mi ha felicemente sorpresa. Sapevate che anche Leonardo Da Vinci scriveva tutto sul suo taccuino? Proprio tutto ciò che aveva da fare, senza suddivisione in categorie. Idee, schizzi, progetti, insieme a banali amenità quotidiane. Trovo questa cosa assolutamente affascinante e intelligente!

Fatemi sapere se avete trovato questo articolo utile e scrivetemi pure se volete condividere il vostro metodo di utilizzo del Bullet Journal!

xoxo



Photography: Elena Tee

1 commento:

Commenta:

© 2013 Elena tee - Designed by smukkeberg