^

21 dicembre 2017

CIAMBELLONE NATALIZIO AL CIOCCOLATO CON LE SOFFICI di CAMEO








Credo sia nella scatola dei ricordi di ognuno di noi. O almeno, nella mia lo è sicuramente: parlo del profumo della torta che cuoce nel forno, quell’aroma caldo, che pervade e avvolge ogni cosa.
Che parla di casa, di mani sporche di farina, del cucchiaio che mamme e nonne ci davano da leccare, della magia dell’impasto rovesciato nella tortiera che ora è una cosa e fra poco ne diventerà un’altra, soffice, alta e profumata. Della magia dell’attesa, con le mani allo sportello e lo sguardo fisso a ciò che succede dentro, del conto alla rovescia per capire quando finalmente il nostro dolce sarà pronto e nostro. L’ho vissuto da figlia e amo vederlo vivere, oggi, alle mie bimbe, che riempiono così la loro scatola dei ricordi con lo stesso profumo, le stesse immagini, gli stessi sapori. In un momento che è solo nostro. Soprattutto d’inverno, quando tornano da scuola stanche e infreddolite e le vedo arrivare e chiedermi: «Facciamo una torta?», capisco che devo trovare tempo per loro, perché è di quel “profumo caldo” che hanno bisogno.

È così che ho riscoperto cameo. Mia mamma, anni fa, teneva in fila in dispensa i preparati secchi per torte. Io, oggi, ho scelto gli impasti freschi liquidi, che tengo nello scaffale alto del frigorifero. Si chiamano Le Soffici e, quando la fatica ed il tempo non sono dalla mia parte, sono come amiche fidate nel momento del bisogno, quelle su cui posso sempre contare.
Perché devo dire la verità: a quella domanda io non so proprio dire di no, anch’io amo quel “caldo profumo”. Dedico a noi un piccolo, dolce spazio di tempo, e apro lo sportello del frigo per scegliere quale sarà il nostro profumo del giorno. Sono sette le differenti versioni di Le Soffici: Margherita, Cioccolato, Yogurt, Agrumi, Paradiso, Stracciatella, 5 Cereali. Tutte buonissime, ricche di ingredienti freschi e genuini, senza olio di palma e prive di conservanti e coloranti, per dolci morbidi dal sapore di un tempo (vedi QUI).
Ognuno ha il suo compito: c’è chi prende lo stampo, chi lo imburra, chi prepara la farina e chi versa l’impasto (scelto rigorosamente a turno per evitare litigi). Siamo una grande squadra e in quei pochi minuti necessari a preparare il tutto, confabuliamo già sul da farsi per la decorazione. A volte, quando la fame è tanta e il tempo è poco, usiamo solo lo zucchero a velo tuffandoci in quella nuvola incantata, ma se la vena artistica ha la meglio su tutto ci lasciamo andare a decorazioni molto creative. Le nostre preferite sono quelle fatte con glassa ma anche fiori e foglie, preferibilmente freschi. Soprattutto a Natale, le ispirazioni non si contano e la fantasia va tenuta a freno. Intanto il “profumo caldo” ha già avvolto la casa, ci siamo accoccolate sul divano, ognuno con la sua fetta, felici del nostro magico e soffice momento! Oggi ha avuto la meglio la fantasia…

Oggi vi propongo il nostro ciambellone di Natale. Per decorarlo abbiamo usato dello zucchero a velo, dei ribes e del rosmarino. Io e le bimbe siamo rimaste fedeli ai colori simbolo di questo magico periodo: rosso, verde e bianco.
Preparare il ciambellone è stato davvero un gioco. Non c'è stato neanche bisogno di aggiungere uova. Nelle Soffici di cameo queste ultime, pastorizzate, sono già all'interno dell'impasto!

Ingredienti:

- una busta di Le Soffici al Cioccolato di cameo
- burro e farina (per lo stampo)
- zucchero a velo
- bacche di ribes
- rametti di rosmarino

Procedimento:

Cominciamo preriscaldando il forno a 165 gradi, in modalità statica, e nel frattempo imburriamo e infariniamo uno stampo di circa 22 centimetri di diametro. Versiamo all’interno l’intero contenuto della busta di Le Soffici e lo livelliamo. Quando il forno è in temperatura, inforniamo per circa 40-45 minuti. A cottura ultimata, tiriamo fuori lo stampo e lasciamo riposare la ciambella per almeno 10 minuti, preferibilmente su di una griglia.
Togliamo il dolce dallo stampo, capovolgiamolo e cospargiamolo di zucchero a velo. A questo punto appoggiamo delicatamente alcune bacche di ribes sulla ciambella secondo la nostra fantasia: per fissarle potete intingerne la base nel miele. Alterniamo con qualche ciuffetto di rosmarino per dare un aspetto più natalizio al dolce (potete utilizzare anche delle foglie di alloro).
Consiglio: prima di assaporare la ciambella togliete il rosmarino.

Papà stava per tornare a casa dal lavoro, così abbiamo pensato di fargli una sorpresa. La torta è stata un vero successo, dopo cena abbiamo assaporato questo dolce semplice ma goloso: la soluzione perfetta per quei giorni pieni di impegni che si avvicinano al Natale, quando c'è giusto il tempo per sedersi intorno alla tavola e mangiare.

xoxo

Photography: Elena Tee


Post Sponsorizzato da Cameo

2 commenti:

Commenta:

© 2013 Elena tee - Designed by smukkeberg